Feldmaresciallo Albert Kesselring

Il feldmaresciallo Kesselring, rientrato al bunker del comando tedesco sul monte Soratte, chiama Maelzer a Roma: ordina di fucilare 10 italiani per ogni soldato ucciso, esecuzione immediata. Si decide che i primi ad essere giustiziati saranno i detenuti condannati a morte, già sapendo che sono pochi.